fbpx
Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2023

Thurston Moore Group, Goran Bregovic & Wedding and Funeral Band, New York Ska-Jazz Ensemble, Zion Train, Leeroy Thornhill, Shame, Orkestar Svetlost, Dente, Nada, Niccolò Fabi, Calibro 35, Redi Hasa, Valerio Daniele, Amedeo Pace, Rodrigo D’Erasmo, Clap!Clap!, Ada Oda, Federico Dragogna, Fuera, Leatherette, Bluem, Okgiorgio, Tony Scorpioni, Insintesi, Leland Did It, Hey!Himalaya, In Arte Gianfreda sono gli ospiti della diciassettesima edizione del SEI Festival di Coolclub che fino al 16 agosto (prevendite attive su Dice e TicketOne) proporrà in giro per il Salento il suo viaggio musicale con il claim My Desire.

Il programma prenderà il via ufficialmente venerdì 23 giugno (ingresso 10 euro + dp con un calice di vino – prevendite attive su DICE bit.ly/WelcomePartySEIF) con un Welcome Party ospitato da Garofano Vigneti e Cantine nella Tenuta Li Monaci a Copertino. La tradizione vuole, infatti, che nella Notte di San Giovanni (che separa il 23 dal 24 giugno) si compiano riti purificatori, si raccolgano erbe e fiori spontanei, si accendano dei fuochi e si aspetti la rugiada del mattino. Dalle 19:30 si parte passeggiando nella vigna, sorseggiando un primo calice di vino e ascoltando una selezione musicale in cuffia. Dalle 20 l’attrice Marzia Quartini proporrà “In una notte cosi….”, racconti e storie sulla notte più magica dell’anno. Dalle 21 nell’atrio della masseria al via invece i dj set con Marco Erroi, compositore, dj, produttore, ingegnere del suono salentino, e Godblesscomputers, beat maker, producer e dj mosso da una precoce passione per i campionatori e per i vinili che propone un viaggio senza confini tra elettronica, hip-hop e soul. In programma anche le proiezioni a cura di Soundies a cura di Seeyousound International Music Film Festival, il primo festival italiano interamente dedicato al cinema a tematica musicale. Saranno riproposte le venti tracce/clip presentate nella nona edizione di Seeyousound che racchiudono quanto di più originale e incisivo offre oggi l’immenso panorama del videoclip mondiale. Soundies apre infatti una riflessione sul potere della musica di richiamare alla mente ricordi per immagini, a sottolineare la naturale relazione tra immagine e suono.

Sabato 24 giugno (ore 21:30 – ingresso libero) nell’atrio del Castello Volante di Corigliano d’Otranto si conoscerà il vincitore del contest SEI D’Autore che entrerà a far parte della line up ufficiale del festival. Dopo l’esibizione di Melga, Sirada, Stain e Vitiana, la seconda serata (prevista il 10 giugno e rinviata per pioggia) vedrà confrontarsi I.F.I.F., Matilde, Tario e Meschino. A seguire Lauryyn presenterà i brani di Intro, ep d’esordio in uscita per Sun Village Records con il sostegno di Puglia Sounds Records della Regione Puglia.

Dopo i primi due appuntamenti saranno tanti gli ospiti internazionali di questa edizione del SEI Festival a partire da Thurston Moore, una leggenda e icona dell’alternative rock, co-fondatore dei Sonic Youth, che domenica 16 luglio (ore 22 – ingresso 25 euro) nel Fossato del Castello Volante di Corigliano d’Otranto approderà con la sua intramontabile energia creativa, e Goran Bregovic che venerdì 11 agosto tornerà con la Wedding and Funeral Band a Melpignano, undici anni dopo l’esperienza come Maestro Concertatore della Notte della Taranta. Una serata da non perdere anche per la presenza del New York Ska-Jazz Ensemble. L’inconfondibile sound della band statunitense, nata nel 1994 e guidata dalla leggenda della musica in levare Fred “Rocksteady” Reiter, aprirà infatti l’esibizione del musicista di Sarajevo. Dal 27 al 29 luglio il Castello Volante di Corigliano d’Otranto ospiterà una tre giorni di rock, musica d’autore ed elettronica con la band inglese Shame e i bolognesi Leatherette (giovedì 27), Calibro 35, super band di culto formata da Tommaso Colliva, Fabio Rondanini, Massimo Martellotta ed Enrico Gabrielli e Federico Dragogna dei Ministri con il suo progetto solista (venerdì 28), Bluem, Okgiorgio, Tony Scorpioni e Clap! Clap! (sabato 29). Al Castello Volante anche le serate con Zion Train, Leeroy Thornhill e Insintesi (mercoledì 9 agosto) e Ada Oda, Leland Did It, Hey!Himalaya (giovedì 10 agosto). SEI Festival dedicherà anche uno spazio alla musica d’autore italiana con il solo tour di Niccolò Fabi (martedì 8 agosto a Corigliano d’Otranto), lo spettacolo rock ma al contempo intimo e profondo di Nada (domenica 13 agosto nel Chiostro dei Teatini di Lecce) e l’inconfondibile stile di Dente, con apertura affidata a In Arte Gianfreda (mercoledì 16 agosto al Castello Aragonese di Castro). Il Festival proporrà anche due appuntamenti da KORA – Contemporary Arts Center a Castrignano de’ Greci: il concerto finale della residenza, curata dal compositore e musicista pugliese Donato Epiro, con l’esperienza serba dell’Orkestar Svetlost (venerdì 8 luglio) e il trio Fuera che mescola rap, techno e sonorità psichedeliche (lunedì 7 agosto). Da non perdere il concerto all’alba di domenica 6 agosto a Castro con “My Nirvana”. Un progetto ideato e coordinato dal violoncellista Redi Hasa che reiventa le canzoni che hanno segnato un punto di svolta nella storia del rock mondiale e le trasforma attraverso il sound unico e riconoscibile del violoncello in “polifonie monostrumentali”, in nuovi inni di dolcezza e struggimento. La sua esibizione sarà impreziosita dalla presenza del chitarrista Valerio Daniele e dalla partecipazione di Rodrigo d’Erasmo, violinista, compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra e polistrumentista, e Amedeo Pace, chitarrista e cantante, co-fondatore, leader e principale compositore del gruppo indie rock Blonde Redhead.

Il manifesto d’artista di questa edizione, sul claim “My Desire”, è stato ideato e realizzato da Massimo Pastore. Nel 1947, l’artista francese Henri Matisse, con la tecnica del papiers decoupès, realizza un Icaro che non vola verso il sole come nel mito greco ma fluttua in un cielo stellato e “canta” la gioia di vivere. Da questa suggestione, l’illustratore è partito per disegnare il manifesto della diciassettesima edizione. Questo nuovo Icaro, però, si trasforma ricordando le poderose mura e le antiche torri di castelli e palazzi che, ogni anno, ospitano concerti e appuntamenti del Festival.

SEI FESTIVAL
Dal 2006 SEI – Sud Est indipendente Festival, uno tra i più importanti Festival nell’agenda musicale di tutto il sud Italia, ha portato nel Salento le sonorità più interessanti della musica italiana e internazionale, offrendo al pubblico una panoramica ampia e variegata della musica dal punk al cantautorato, dal rock allo ska, dal folk ai ritmi in levare, dall’elettronica alla nuova scena italiana. Nelle diverse location salentine, che nelle prime sedici edizioni hanno ospitato il festival, si sono alternati artisti internazionali come Kings of Convenience, Lee Ranaldo, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Suzanne Vega, Peter Hook & The Light, Skatalites, Joan as Police Woman, Finn Andrews, Patrick Watson, J.P. Bimeni & The Black Belts, Giant Sand, Hollie Cook, Gogol Bordello, Mad Professor, Bombino, Russell Leetch (Editors), Arab Strap, Black Midi, Dengue Dengue Dengue gli italiani Baustelle, Calcutta, Franco126, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Lo Stato Sociale, Calibro 35, Brunori Sas, Be Forest, Diaframma, Any Other, Lorenzo Kruger, Venerus, Ariete, Francesco Bianconi, Cristina Donà, Cristiano Godano, Paolo Benvegnù, Roberto Angelini, Bud Spencer Blues Explosion, Coma_Cose, Galeffi, Eugenio In Via di Gioia, Andrea Poggio, Siberia, Canova, Colombre, Giorgio Poi, Bugo, Daniele Silvestri, Cosmo, Verdena, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, La Municipàl e molte altre realtà dalla Puglia, dall’Italia e dal resto del mondo. Dal 2009 è sostenuto (attraverso varie misure) dalla Regione Puglia e dal 2017 è riconosciuto dal Fondo unico dello spettacolo del Ministero della Cultura tra i festival meritevoli di sostegno. Nel 2017 e 2018 il Festival è finanziato anche dal Bando Sillumina della SIAE.

Info
3331803375 – www.seifestival.it
Facebook – Instagram @SeiFestival
#seifestival #mydesire

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2022

Da giovedì 28 a domenica 31 luglio nel Castello Volante di Corigliano d’Otranto, con il claim #ShapeTheFuture, la sedicesima edizione del SEI Festival, ideato, prodotto e promosso da Coolclub ha proposto un fitto programma di concerti, incontri, proiezioni e altri momenti di confronto. Tra gli ospiti Arab Strap, Black Midi, Dengue Dengue Dengue, Ditonellapiaga, Mombao, Nickodemus, Ceri e altri  ospiti nazionali e internazionali che si sono esibiti nell’atrio, sulle terrazze e nel fossato dell’antica fortezza.

Il Festival è partito giovedì 28 luglio sulla Terrazza di “Nuvole – Cibi, storie, culture”, l’officina del gusto e degli spiriti del Castello, con la presentazione del volume “Nel labirinto. Thom Yorke. Storie, mito e musica” di Luca Castelli (Sperling & Kupfer) e nella Sala Cavallerizza con la prima proiezione a cura di Seeyousound Lecce con B-movie: Lust & sound in the West Berlin 1979-1989. La line up della sedicesima edizione è stata aperta dal live di Giorgio Tuma with the Koko Tutu Mama group con i brani del suo EP dedicato alla bossanova e alla musica brasiliana in uscita per Elefant records, e il progetto solista di Koko, cantante, bassista e autrice dei Be Forest, nel quale sperimenta con il suono e con nuovi approcci lirici. Sul Main Stage, allestito nel Fossato, la prima serata ha ospitato la psichedelia turca dei Lalalar e l’inimitabile miscela degli Arab Strap. Sul palco il duo scozzese, composto da Moffat e Malcolm Middleton, ha proposto, tra gli altri, i brani dell’album ”As Days Get Dark”. 

Venerdì 29 luglio la seconda serata è partita sulla Terrazza di “Nuvole – Cibi, storie, culture” con l’incontro “Puglia da scoprire, i luoghi dello spettacolo fra musica e politiche culturali”, continuando con la proiezione, a cura di Seeyousound Lecce, nella Sala Cavallerizza di Betty Davis: They say I’m different di Philip Cox e con l’ascolto immersivo di “From Ecstasy to Trance” un viaggio sensoriale a cura di Flower of Sound. Nell’atrio si sono alternati i giovani baresi Lazzaretto, e il duo toscano Aquarama. Nel Fossato si è dato lo spazio ai live di 72-Hour post fight  e dei Black Midi, trio londinese composto da Geordie Greep (chitarra, voce principale), Cameron Picton (basso, voce) e Morgan Simpson (batteria) che, con con il sassofonista Kaidi Akinnibi e il tastierista Seth Evans, hanno proposto i brani del progetto discografico “Cavalcade”. La serata si è conclusa nell’atrio con Planet Opal, progetto di musica elettronica formato da Giorgio Assi (produttore, sintetizzatori e voce) e Leonardo De Franceschi (batteria e percussioni).

Sabato 30 luglio la serata si è aperta sulla Terrazza di Nuvole con la presentazione del libro “La musica possibile. Dal cilindro all’auto-tune, storia del rapporto tra popular music e tecnologia” di Dino Mignogna (Arcana). Nella Sala Cavallerizza, in anteprima, è stato presentato il documentario che racconta l’esperienza di Feelm – From primitives to the future diretto da Davide Faggiano e prodotto da Coolclub nella programmazione Puglia Sounds Producers 2022 (POC Puglia 2007/2013 – Azione “Sviluppo di attività culturali e dello spettacolo). Dal 20 al 25 giugno il Castello Volante ha ospitato, infatti, la seconda edizione della residenza artistica dedicata al rapporto tra la musica contemporanea e il cinema delle origini. Diretto da Ginevra Nervi, il lavoro è stato dedicato a Elettra Raggio, diva e pioniera del cinema muto, con la sonorizzazione del lungometraggio “La morte che assolve” di Carlo Alberto Lolli (1918). La terza giornata del festival ha poi ospitato al centro dell’Atrio i Mombao, un progetto che si basa su percussioni, voci ed elettronica, molto potente e originale, a metà tra un rituale, una performance e un concerto rock. Doppio live nel Fossato con il trio Mundial, che recupera le vecchie storie e filastrocche utilizzando un sound caratterizzato da campionamenti dei suoni del paesaggio pugliese, editati e trasformati in pattern ritmici, e Dengue Dengue Dengue, duo peruviano di tropical bass che mescola cumbia psichedelica e dub, salsa e footwork, tribale e techno. Gran finale nell’atrio con le selezioni del dj e producer newyorkese Nickodemus e con le sonorità del Tropical party feat. Dubin Federico Primiceri.

Domenica 31 luglio, infine, l’ultima serata si è aperta nella Sala Cavallerizza con la proiezione del documentario Jagged – Alanis Morisette di Alison Klayman, a cura di Seeyousound Lecce. Mentre sulle terrazze si è concluso l’ascolto immersivo a cura di Flower of Sound, nell’atrio ha preso il via il live di Adastra. Nel Fossato è salita sul palco la performer LaHasna, milanese di origini marocchine con sonorità che richiamano il mondo arabo, e Ditonellapiaga, una delle rivelazioni dell’ultimo Festival di Sanremo in coppia con Donatella Rettore, che con il suo album d’esordio “Camouflage” ha entusiasmato pubblico e critica, vincendo la prestigiosa Targa Tenco come miglior esordio. Subito dopo in consolle tra Atrio e Cavallerizza si è dato spazio a Rome In Reverse, trio che ha proposto un mix tra dance, techno, dub e trip hop, e Ceri, uno dei produttori tra i più innovativi e influenti della scena italiana (Salmo, Coez, Calcutta, Franco 126, Frah Quintale e Crookers), “demiurgo dello street pop italiano, con beat che uniscono hip hop, tradizione cantautorale e dancefloor di marca house”.

Anche quest’anno il SEI ha proposto alcune date OFF Lunedì 15 agosto alle Tagghiate Urban Factory di Lecce si è festeggiato Ferragosto con il multiforme progetto PopX, uno show completamente rinnovato e d’impatto che ha ripercorso canzoni storiche e nuove estratte dalla sua ormai quindicennale carriera, e bnkr44, band toscana che mischia elementi hip hop, pop e di elettronic. Il Parco Gondar di Gallipoli ha ospitato invece due serate con il concerto di Venerus, astro nascente del cantautorato che, a un anno esatto dal fortunatissimo “Magica Musica tour”, è tornato a esibirsi con il nuovo show “Estasi degli angeli”, e il dj set di Mace, uno dei producer più importanti della nuova musica italiana (8 agosto), e l’esibizione degli Psicologi, esponenti della generazione “post millennials”, che raccontano la complessità del mondo che hanno intorno con verità e intelligenza compositiva (20 agosto).

Ideato, prodotto e promosso da Coolclub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, uno tra i più importanti Festival nell’agenda musicale di tutto il sud Italia, che negli ultimi anni ha ottenuto il riconoscimento del Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac, è realizzato in collaborazione con Dice.fmVini Garofano e numerose realtà pubbliche e private. Dal 2006 SEI – Sud Est indipendente Festival ha portato nel Salento le sonorità più interessanti della musica italiana e internazionale, offrendo al pubblico una panoramica ampia e variegata della musica dal punk al cantautorato, dal rock allo ska, dal folk ai ritmi in levare, dall’elettronica alla nuova scena italiana. Nelle diverse location salentine, che nelle prime quindici edizioni hanno ospitato il festival, si sono alternati artisti internazionali come Kings of Convenience, Lee Ranaldo, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Suzanne Vega, Peter Hook & The Light, Skatalites, Joan as Police Woman, Finn Andrews, Patrick Watson, J.P. Bimeni & The Black Belts, Giant Sand, Hollie Cook, Gogol Bordello, Mad Professor, Bombino, Russell Leetch (Editors), gli italiani Baustelle, Calcutta, Franco126, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Lo Stato Sociale, Calibro 35, Brunori Sas, Be Forest, Diaframma, Any Other, Lorenzo Kruger, Venerus, Ariete, Francesco Bianconi, Cristina Donà, Cristiano Godano, Paolo Benvegnù, Roberto Angelini, Bud Spencer Blues Explosion, Coma_Cose, Galeffi, Eugenio In Via di Gioia, Andrea Poggio, Siberia, Canova, Colombre, Giorgio Poi, Bugo, Daniele Silvestri, Cosmo, Verdena, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, La Municipàl e molte altre realtà dalla Puglia, dall’Italia e dal resto del mondo.

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2021

VINICIO CAPOSSELA, VENERUS, ARIETE, FRANCESCO BIANCONI, CRISTINA DONÀ, CRISTIANO GODANO, PAOLO BENVEGNÙ, BOMBINO E ADRIANO VITERBINI, ROBERTO ANGELINI, COLOMBRE, GIANLUCA DE RUBERTIS, VIPRA sono stati solo alcuni degli ospiti della quindicesima edizione del SEI Festival. Con il claim #wecanbeheroes, dall’11 luglio al 27 agosto tra il Castello Volante di Corigliano d’Otranto e il centro storico di Melpignano, il festival salentino ideato, prodotto e promosso da Coolclub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, ha proposto un fitto programma di concerti, presentazioni, incontri, residenze artistiche e altri momenti di confronto.

Il Castello Volante di Corigliano d’Otranto il festival ha ospitato Cristiano Godano (11 luglio), Gianluca De Rubertis (16 luglio), C’mon Tigre (29 luglio), i concerti finali della residenza artistica FeelM con Underspreche, JD Twitch, Populous, Valentina Magaletti, Donato Epiro, Marco Erroi, Stefano Luigi Mangia, Max Nocco, Rachele Andrioli, Kakofonico (30/31 luglio), Roberto Angelini (5 agosto), Paolo Benvegnù (6 agosto), Manu Funk e Nervi (8 agosto), Bombino e Adriano Viterbini (12 agosto), Inude e Post Nebbia (13 agosto), Oscar Giammarinaro (17 agosto), Sofia Brunetta e Tuma (20 agosto), Tutti Fenomeni e La Malasorte (21 agosto),  Yorker e L’Edera (22 agosto), Colombre e Vipera (26 agosto), Cristina Donà (27 agosto). In Piazza San Giorgio a Melpignano sono approdati invece Venerus (23 luglio), Vinicio Capossela (3 agosto), il cantautore Francesco Bianconi, leader dei Baustelle (14 agosto), la cantautrice Ariete e il giovane artista Vipra (15 agosto).

Il festival ha ospitato anche un programma di presentazioni di libri (tra gli ospiti Graziano Gala, Doriana Tozzi, Giulia Cavaliere, Francesco Bianconi, Cristò, Mattia Zecca), laboratori per bambini con Fermenti Lattici, in collaborazione con Storie cucite a mano, attività per ragazzi e ragazze a cura di SwapMuseum, una sezione dedicata al cinema musicale in collaborazione con Seeyousound festival di Torino, la piantumazione di alberi in collaborazione con EcoFesta Puglia e il comune di Melpignano, e (dal 19 al 25 luglio) la residenza artistica “Club 27 – Il mio mito” a cura dell’attore e regista Ippolito Chiarello.

Purtroppo, per la situazione ancora incerta a causa del Covid19, è stato rinviato di un altro anno l’atteso live dei Pixies, promosso dal SEI Festival in collaborazione con Dna Concerti e Locus Festival. La band statunitense, una delle più importanti della storia del rock, si esibirà a Lecce il 16 agosto 2022. I possessori dei biglietti (acquistati per le precedenti date annunciate nel 2020 e nel 2021) potranno mantenere il proprio ticket e godersi il concerto tra un anno.

Categorie
Edizioni Precedenti

Edizione 2020

«Dopo un primo momento di smarrimento e stordimento», sottolinea il direttore artistico Cesare Liaci, «abbiamo deciso di riprendere a fare musica: prima sul web e ora, finalmente, anche dal vivo. L’esperienza di #Seiacasa è stata utile non solo per ascoltare e far ascoltare proposte fresche e vecchi amici del festival ma anche per approfondire e sviscerare una delle domande principali di questo periodo. Che fine faranno i live? Come organizzeremo i concerti seguendo le regole anticovid? Quindi», prosegue Liaci, «giocando con “Where is my mind?” titolo di una canzone simbolo dei Pixies abbiamo deciso di intitolare questa edizione del festival #whereismylive».

Dopo aver affrontato il lockdown con il format web #SeiACasa, il Sei festival – realizzato con il sostegno del Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac e di Regione Puglia e Teatro Pubblico Pugliese nella “Programmazione Custodiamo la cultura in Puglia”, in collaborazione con Ferrovie SudEst (vettore ufficiale), Vestas Travel e Vini Garofano e con i media partner Radio Wau, RadioSonar, RKO, Alpaca Music, Le Rane e Sei tutto l’indie di cui ho bisogno – ha proposto dunque una ricca stagione estiva che ha incluso anche presentazioni di libri e incontri.

Dal 18 luglio al 22 agosto nel Castello Volante di Corigliano d’Otranto ha preso il via la quattordicesima edizione del SEI festival, ideato, prodotto e promosso da Coolclub, con la direzione artistica di Cesare Liaci. Il Festival è partito a luglio con Inude, Les contes d’Alfonsina e Giardini di Mirò, proseguendo ad agosto con Beatrice Antolini, Dente, Vinicio Capossela, Napoli Segreta, Giovanni Truppi, Erica Mou, Lucio Corsi, Julielle, lefrasiincompiutediElena, Bartolini e La Malasorte. È stato invece rinviato di un anno l’atteso live dei Pixies in programma a Lecce il 29 agosto e promosso dal Sei Festival in collaborazione con Dna Concerti e Locus Festival. La band statunitense si esibirà il 16 agosto 2022 sempre nel capoluogo salentino.

Il programma del Castello Volante è stato completato, inoltre, da due appuntamenti di SEIYoung, una rassegna dedicata a giovani band e artisti Under 35, promossa sempre da CoolClub, in collaborazione con il Sei festival, con il sostegno di Mibact e di Siae, nell’ambito del programma “Per chi crea”, che ha ospitato La Municipàl e Motta.

Grazie al sostegno della Programmazione Puglia Sounds Live 2020/2021 della Regione Puglia (FSC 2014/2020 Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro), il festival si è svolto nel Castello Volante di Corigliano d’Otranto anche a settembre. Venerdì 4 si è tenuto l’appuntamento con la presentazione ufficiale del primo album solista del violoncellista albanese Redi Hasa. “The Stolen Cello” (Decca Records). Venerdì 11 settembre il Sei Festival ha ospitato “Cosa sono le nuvole” con la cantante Rachele Andrioli e il fisarmonicista Rocco Nigro. Martedì 15 settembre , infine, il trombettista salentino Cesare Dell’Anna e il pianista albanese Ekland Hasa si sono esibiti in un repertorio complesso e raffinato, all’indagine delle musiche di confine dei due paesi affacciati l’uno di fronte all’altro sul Mare Adriatico.

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2019

Lee Ranaldo, Leah Singer, Calcutta, Franco126, Sergio Cammariere, Joan as Police Woman, Finn Andrews, Giant Sand, Patrick Watson, Be Forest, Diaframma, Any Other, J.P. Bimeni & The Black Belts, Gabriele Poso Organik Trio, Contini, Dimartino e molti altri ospiti: tra luglio e agosto 2019 nel Salento si è tenuta la “sessione estiva” del SEI Festival.

Il festival, firmato da CoolClub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto dal Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac e dalla Regione Puglia (Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia), con il sostegno di B94, Vestas Travel e Candido 1859 in collaborazione con i Comuni di Corigliano d’Otranto, Lecce e Gallipoli, Indie Pride, CoreACore, RadioWau e altri partner pubblici e privati, ha accompagnato residenti, appassionati e turisti per tutta l’estate salentina.

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2018

Il SEI Festival, ideato, organizzato e promosso dalla Cooperativa CoolClub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia e, per la prima volta, dal Fus – Fondo Unico dello Spettacolo del Mibac, con il patrocinio dei Comuni di Lecce e Corigliano d’Otranto e del Distretto Produttivo Puglia Creativa, per il secondo anno è stato vincitore del bando “Sillumina” di Mibac e Siae.

WAITING FOR SEI
Aspettando i concerti estivi, le Manifatture Knos di Lecce hanno ospitato una rassegna con un Tributo a Syd Barrett (28 febbraio), gli austriaci Ant Antic (21 marzo), la presentazione della compilation musicale KM97 (18 aprile) e la cantautrice di origini irlandesi Candice Gordon (23 maggio). Il SEI ha ospitato inoltre PianoForme con Toni Tarantino e Clio Evans (9 febbraio al Teatro Paisiello di Lecce), la festa “Serial Things” (10 febbraio alle Officine Cantelmo di Lecce), lo spettacolo con Dente e Guido Catalano (9 marzo alle Officine Cantelmo di Lecce), ClaxonFest Vol. 3 con Marco Ancona, Elektrojezus, Blumosso, Massimo Donno, Lamansarda, Edro, Kill Emil, A Copy for Collapse (24 aprile al Castello di Corigliano d’Otranto), Quanto SEI Rainbow? con Sem&Stènn (27 aprile all’Istanbul Café di Squinzano), Quanto SEI Young? con Flows e MaYha (30 aprile alle Officine Cantelmo di Lecce).

SEI FESTIVAL A SAN CATALDO DI LECCE
Bud Spencer Blues Explosion, Coma_Cose, Galeffi, Eugenio In Via di Gioia, Andrea Poggio, Siberia, La Répétition – Orchestra senza confini, Gigante, Muffx, Carmine Tundo, Makai, Minimanimalist, Le Scimmie sulla Luna, Blumosso, Serena Spedicato e Salvatore Casaluce sono stati gli ospiti musicali della dodicesima edizione del SEI Festival. Da giovedì 26 a domenica 29 luglio a San Cataldo di Lecce oltre a quattro serate in musica con le esibizioni di alcune tra le più interessanti realtà della giovane scena rock, cantautorale ed elettronica italiana, ha accolto le presentazioni di libri (Carlo D’Amicis, Leonardo Palmisano, Lamantice, Matteo Casilli, Adelmo Monachese, Dino Mignogna, Roberto Guido), seminari e workshop (Gianluca Testani, Fabrizio Galassi e Leonello Bertolucci), mostre, installazioni e appuntamenti per i più piccoli (Kids Rock!, le mostra fotografica “La Puglia e il Rock“, le illustrazioni del collettivo Lamantice e di Andy Trema, autrice del manifesto d’artista del Sei 2018, Artbit – Installazione sensoriale a cura di Swapmuseum e Poiesis) e una serie di attività dedicate all’accessibilità (Mappa tattile dell’Ostello del Sole, Programma del festival in Braille e ad alta leggibilità). L’appendice del Festival ha ospitato anche Cosmo (9 agosto) esploso nell’estate del 2016 grazie al singolo “L’ultima festa”.

SEI INTERNATIONAL
Il SEI Festival ha ospitato anche una sezione interamente dedicata a ospiti internazionali con Suzanne Vega (14 Luglio a Corigliano d’Otranto), Hollie Cook (4 agosto a Corigliano d’Otranto), Bombino (18 agosto a Lecce), Mad Professor ospite del Tropical Party (1 settembre a Corigliano d’Otranto).

SEIOFF
La sezione extra del festival ha ospitato le esibizioni di Lorenzo Kruger (28 agosto a Corigliano d’Otranto), Serena Spedicato con “Le Voci di Genova” (29 agosto a Corigliano d’Otranto), La Répétition (31 agosto a Corigliano d’Otranto) e Dario Muci (31 agosto a Lecce), il duo Rachele Andrioli e Rocco Nigro (7 settembre a Lecce), Filippo Bubbico (20 settembre a Lecce), Kalàscima (12 ottobre a Lecce), Massimo Donno (7 dicembre a Corigliano d’Otranto).

La dodicesima edizione del SEI Festival (che ha coinvolto un ricco partenariato con Fermenti Lattici, Poiesis, Swap Museum, Sum, Km97, Manigold e con i media partner SentireAscoltare, BlogFoolk e Radio Wau) è stata realizzata anche grazie alla collaborazione di due sponsor che hanno sposato e sostenuto il progetto: il gruppo Vestas Hotel & Resort con il quale sono stati ideati pacchetti di accoglienza per i turisti che seguiranno i concerti del festival e il Birrificio B94 che ha realizzato una produzione esclusiva di birre artigianali a marchio SEI.

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2017

Da venerdì 28 a domenica 30 luglio l’Ostello del Sole di San Cataldo di Lecce ha ospitato l’undicesima edizione del SEI Festival. Nelle tre serate si sono alternate sul palco Handlogic, Inude, I Misteri del Sonno, Uro, Montana, Buckwise (28 luglio), Canova, Colombre, Giorgio Poi, Maffei!, Buckingum Palace e Dj Vadim (29 luglio) e, per un progetto inedito e speciale, La Municipàl e La Giovane Orchestra del Salento diretta da Claudio Prima (30 luglio). Dalle 20.30 l’Ostello è stato aperto al pubblico con l’aperitivo letterario che ha coinvolto Omar Di Monopoli, Ilaria Macchia e Simona Toma, una mostra e un laboratorio per i più piccoli sui Beatles a cura di Fermenti Lattici, l’installazione dell’artista Paolo Ferrante. Sino al 27 luglio il festival ha proposto anche il workshop Artbit – MuSei che suonano! ideato da Swapmuseum con il dj, musicista e produttore Populous. Dopo la tre giorni di San Cataldo il festival ha proposto alcuni “fuori programma”: Lo Stato Sociale e Baustelle (sabato 12 e domenica 13 agosto a Melpignano nell’ambito della collaborazione con il So What Festival), Mannarino (mercoledì 16 agosto al Parco Gondar di Gallipoli) e Le Luci della Centrale Elettrica (sabato 19 agosto nell’Anfiteatro Romano di Lecce).

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2016

Da venerdì 15 a domenica 17 luglio 2016 l’Ostello del Sole di San Cataldo di Lecce ha ospitato la decima edizione del SEI Festival, festival ideato e organizzato dalla Cooperativa CoolClub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, e con il patrocinio del Comune di Lecce. (clicca sul titolo per continuare)

Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2015

[:it]

Dopo aver girovagato per il Salento (Otranto, Gallipoli, Torre Regina Giovanna, Lecce, Torre dell’Orso, Masseria Torcito e altre location) Il Sei Festival approda nel 2015 a San Cataldo di Lecce, per la sua nona edizione. Tra i protagonisti il bassista degli Editors Russell Leetch, Is Tropical, Populous, Giuda, Fast Animals and Slow Kids, Donpasta, Sofia Brunetta, le band dell’etichetta Rivolta Records. Dal 24 al 26 luglio la marina leccese di San Cataldo ha ospitato tre giornate ricche di musica, incontri e presentazioni di libri, showcase, attività sportive e per bambini.
Categorie
Edizioni Precedenti

EDIZIONE 2014

Cat Power, Mannarino, Avion Travel, Afterhours, Bud Spencer Blues Explosion e Brunori Sas sono stati gli ospiti principali dell’ottava edizione del Sud Est Indipendente.

Giovedì 24 luglioTorre Regina Giovanna di Apani, in provincia di Brindisi, il festival ha preso il via con il concerto-evento di Cat Power un’icona della scena alternative rock mondiale, organizzato in collaborazione con Torre Regina Giovanna e Radar Concerti. La cantautrice statunitense è arrivata per la prima volta nel Salento per una delle due tappe italiane del tour mondiale “Sun”. La serata, tutta al femminile, è stata aperta da tre cantautrici pugliesi: Una, Mery Fiore e Sofia Brunetta. In chiusura spazio alle selezioni di Panic Indie Rock.

Venerdì 1 agosto il festival si è spostato al Parco Gondar di Gallipoli (Le) per il concerto degli Afterhours, una delle band culto del rock made in Italy, per una delle date del “Hai Paura del Buio? – Tour 2014”. Il concerto è stato aperto da Muffx, I Misteri del Sonno, La Gente e chiuso dal dj di Ballarock.

Venerdì 8 agosto l’Anfiteatro Romano di Lecce ha visto protagonisti gli Avion Travel che, a quasi dieci anni dall’ultimo tour insieme, sono tornati a esibirsi in concerto con la storica formazione (Peppe Servillo, Fausto Mesolella, Mario Tronco, Mimì Ciaramella, Ferruccio Spinetti, Peppe D’Argenzio) che li ha fatti conoscere ed amare dal grande pubblico.

Sabato 9 e domenica 10 agosto il Sud Est Indipendente ha incontrato il Green Sound Festival, promosso dall’associazione di promozione sociale “LeMiriadi49”, organizzato in collaborazione con il gruppo di educatori ambientali “Il Formicaio” e CoolClub. Ospiti della prima serata i  Non Giovanni, Leitmotiv e Brunori Sas che hanno presentato i brani del suo nuovo progetto discografico “Il cammino di Santiago in Taxi”. Domenica Thee Elephant hanno presentato il loro omonimo album d’esordio, un disco di canzoni scritte con l’intenzione di mescolare le tinte forti dei testi ad un rock graffiante ed al tempo stesso elegante. A condividere con loro il palco è stato chiamato il cantautore brindisino Oh Petroleum. In chiusura l’inconfonbile miscela dei Bud Spencer Blues Explosion con il loro terzo album “BSB3”.

Mercoledì 13 agosto l’ottava edizione del festival si è conclusa in Piazza Libertini con il concerto del cantautore romano Alessandro Mannarino per una tappa del tour che l’artista ha portato sui palchi d’Italia per promuovere il suo nuovo  disco “Al Monte”..[:en]#SEIfestival 2014  – 24 July @ Torre Regina Giovanna in Apani, Brindisi featuring Cat Power

1 August @  Parco Gondar of Gallipoli (Le) with Afterhours, Muffx, I Misteri del Sonno, La Gente and Ballarock dj set

8 August @ Anfiteatro Romano in Lecce with Avion Travel; 9/10 with Non Giovanni, Leitmotiv, Brunori Sas, Domenica Thee Elephant, Oh Petroleum and Bud Spencer Blues Explosion

13 August in Lecce with Mannarino