30 LUGLIO | DAY 3 – SEI FESTIVAL

361

Dal 28 al 31 luglio nel Castello Volante di Corigliano d’Otranto, con il claim #ShapeTheFuture, la sedicesima edizione del SEI Festival, ideato, prodotto e promosso da Coolclub proporrà un fitto programma di concerti, incontri, proiezioni e altri momenti di confronto.

Sabato 30 luglio (ingresso 5 euro) la serata si aprirà alle 20 sulla Terrazza di Nuvole con la presentazione del libro “La musica possibile. Dal cilindro all’auto-tune, storia del rapporto tra popular music e tecnologia” di Dino Mignogna (Arcana). Alle 21 nella Sala Cavallerizza, in anteprima, sarà presentato il documentario di Feelm – From primitives to the future diretto da Davide Faggiano e prodotto da Coolclub nella programmazione Puglia Sounds Producers 2022 (POC Puglia 2007/2013 – Azione “Sviluppo di attività culturali e dello spettacolo). Nella Sala Nobile l’ascolto immersivo “From Ecstasy to Trance” di Flower of Sound. Alle 21:30 al centro dell’Atrio si esibiranno i Mombao, un progetto che si basa su percussioni, voci ed elettronica, molto potente e originale, a metà tra un rituale, una performance e un concerto rock. Dalle 22:30 (ingresso 15 euro) doppio live nel Fossato con il trio Mundial, che recupera le vecchie storie e filastrocche utilizzando un sound caratterizzato da campionamenti dei suoni del paesaggio pugliese, editati e trasformati in pattern ritmici, e Dengue Dengue Dengue, duo peruviano di tropical bass che mescola cumbia psichedelica e dub, salsa e footwork, tribale e techno.  Gran finale nell’atrio con le selezioni del dj e producer newyorkese Nickodemus e con le sonorità del Tropical party feat. Dubin e Federico Primiceri.

SABATO 30 LUGLIO
Castello Volante – Corigliano d’Otranto (Le)
Ticket “Volante” – Ingresso Castello 5 euro
Abbonamento quattro serate – 52 euro Dice.Fm
Main Stage Fossato – 15 euro Dice.Fm

Ore 20
Terrazza Nuvole | Presentazione
La musica possibile.
Dal cilindro all’auto-tune, storia del rapporto tra popular music e tecnologia
Dino Mignogna (Arcana)

Nel corso del Novecento le produzioni artistiche sono state sempre più influenzate dal contesto tecnologico coevo. La popular music in particolare si è dimostrata estremamente sensibile alle innovazioni e ai condizionamenti di carattere tecnico. Una così intima e vitale relazione tra musica e tecnologia ha ragioni molteplici, riconducibili all’epoca in cui la musica popular si è affermata e alle modalità con cui si è sviluppata nei decenni a seguire. Dino Mignogna indaga la storia di questo complesso rapporto e lo fa ripercorrendo le vicende tecnologiche che hanno segnato il mondo della musica nell’ultimo secolo e mezzo.

Ore 21
Sala Cavallerizza | Proiezione
Feelm – From primitives to the future
Davide Faggiano (20 minuti)
Nella programmazione Puglia Sounds Producers 2022
(POC Puglia 2007/2013 – Azione “Sviluppo di attività culturali e dello spettacolo)

Ore 21
Ascolto immersivo
From Ecstasy to Trance
Viaggio sensoriale a cura di Flower of Sound

Ore 21:30
Cool Stage (Atrio) | Live

MOMBAO

Mombao, un duo formato da Damon Arabsolgar  (Pashmak) e Anselmo Luisi (Le Luci Della Centrale Elettrica, Selton, Giovanni Falzone, Virtuosi del Carso). È un progetto molto potente e originale, a metà tra un rituale, una performance e un concerto rock. Il suono si basa su percussioni, voci ed elettronica. Nel 2021 hanno vinto la  residenza artistica post-coloniale Milano Mediterranea e hanno partecipato a X Factor, fermandosi a un passo dai live, proponendo nella sfida degli Home visit una cover del brano “La Cura” di Franco Battiato.

Ore 22:30 (ingresso 15 euro)
Main Stage (Fossato) | Live 

MUNDIAL

I tre musicisti salentini Carmine Tundo, Roberto Mangialardo e Alberto Manco sono da sempre attivi nel circuito indipendente musicale italiano, collaborano in diversi progetti, tra i quali La Municipàl e Diego Rivera. Nel 2020 decidono di dar vita a questa nuova esperienza, nata dalla necessità di sperimentare un percorso sonoro che parta dalle radici della musica pugliese fino ad arrivare alle nuove frontiere dell’elettronica moderna. Da qui l’idea di Mundial, un laboratorio sonoro e visivo, un ponte tra passato e futuro, che recupera le storie e le filastrocche recitate dai nostri nonni e le inserisce in un contesto sperimentale, fondato su un sound creato partendo dai campionamenti dei suoni del paesaggio pugliese, editati e trasformati in pattern ritmici. Nel 2021 esce Scercule, disco d’esordio prodotto per l’etichetta luovo nella Programmazione Puglia Sounds Producers 2020/2021.

DENGUE DENGUE DENGUE

Dengue Dengue Dengue è un duo di Tropical Bass. Dietro le maschere ci sono Felipe Salmon e Rafael Pereira, due produttori, dj e grafici di Lima, Perù. Il loro lavoro esplora i ritmi del Perù e di altre parti del mondo, ricreandoli elettronicamente mescolando nuovo e vecchio, analogico e digitale, per creare un suono e dei visual unici. Le loro esplorazioni musicali vanno dalla cumbia psichedelica al dub, dalla salsa al footwork, dal tribale alla techno. La loro tavolozza visiva e sonora continua a crescere e ad aggiungere nuovi sapori a questo melting pot.

Ore 00:30
Cool Stage (Atrio) | Live

NICKODEMUS

Nickodemus gira il mondo grazie alla musica, sin dagli inizi degli anni Novanta. Il sound di Nickodemus si muove tra la rete di collaborazioni che crea live e il lavoro nel suo studio personale, che ha trasformato in una vera e propria casa discografica. La Wonderwheel label, con sede a Brooklyn è diventata la casa di molti artisti come The Pimps of Joytime, The Spy From Cairo, The Real Live Show, Pernett, e molti altri provenienti da tutto il mondo. Nel 2021 sono usciti due nuovi brani: “Obeah Woman”, con Kiko Navarro e Cole Williams e “Cocek Amerika., remix di Balkan Bump.

TROPICAL PARTY

Il Tropical, a cura di Dubin e Federico Primiceri, è un party dalle basse frequenze e dai ritmi caldi; è un meltin’ pot di ska, house, dub, tropical bass, hip hop, reggae, electro e molto altro.

 

 

Ascolta la playlist ufficiale del Sei Festival