EDIZIONE 2008

216

La terza edizione del festival si sposta dalla costa nell’entroterra, negli spazi della Masseria Torcito di Cannole (Lecce), e punta in alto accogliendo il 20 agosto i Gogol Bordello, fenomeno musicale fuori dagli schemi.

La band regala al pubblico del Sud Est Indipendente un concerto che è una vera e propria festa in musica. Impossibile per i presenti rimanere fermi e non ballare di fronte al gipsy punk del gruppo che ha fatto innamorare Madonna al punto da volere il leader, Eugene Hutz, nel suo film Il sacro e il profano.

Il gruppo è stato preceduto dalle esibizioni di due dei gruppi salentini più apprezzati in Italia e all’estero, ovvero Opa Cupa e Mascarimirì.

«Opa Cupa» (leggi: «opa tzupa»), grido di esortazione alla danza degli zingari del Sud-Est Europa, nasce, in origine, con la ricerca del repertorio musicale dei Balcani, ma sempre più i testi e le musiche originali scritti da Cesare Dell’Anna, si incrociano con le sonorità jazz e bandistiche tipiche della tradizione musicale del Sud Italia, diventando qualcosa di nuovo e originale. Non chiamate questo progetto balcanico, perché è molto di più.

I Mascarimirì, con il loro sound originale, dalla pizzica al punk-dub tarantolato, sono da sempre impegnati nella risignificazione della musica tradizionale salentina di cui i Mascarimirì sono degni eredi e prosecutori, rivelandosi, in tutta Italia e non solo, come uno dei progetti di world-music più affermati.

Dalla Francia sono arrivati, infine, Les Troublamours. La tarantella Gitano Guinguette è la musica tradizionale di Tadgiguinia sparsa ai quattro venti dai suoi ambasciatori Troubadours: Les Troublamours! Gli ingredienti di questa musica sono un po’ di tarantella pizzicata per i ritmi indiavolati dalle virtù terapeutiche, un po’ di spirito gitano portato dagli Zigani venuti dall’est che sanno attingere nei repertori tradizionali dei paesi attraversati per rivisitarli e, infine, un po’ di influenza delle guinguettes della belle époque dove la fisarmonica faceva ballare e cantare. In apertura spazio ai salentini Jolaurlo e Cucuwawa..[:en]#SEIfestival 2008 – 20 August @ Masseria Torcito in Cannole (Lecce) with Gogol Bordello, Opa Cupa,  Mascarimirì, Les Troublamours, Jolaurlo and Cucuwawa

Since its beginning in 2006, the SEI has declared its vocation to choose heterogeneous groups and projects, to transform itself every time expanding the horizon of its proposals to offer to his audience a broad and varied overview of the music looking for different genres, from punk to singer-songwriter, from rock to ska, from folk to the upbeat rhythms. In the different locations of Salento that have hosted the festival, took turns artists like Kings of Convenience, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Baustelle, Gogol Bordello, Bugo, Skatalites, Daniele Silvestri, Verdena, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Russell Leetch, Is Tropical, Populous, Giuda, Fast Animals and Slow Kids, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Calibro 35, Brunori Sas, Amor Fou, Lombroso, Dellera and Kings of Convenience, Jon Spencer Blues Explosion, Cat Power, Baustelle, Gogol Bordello, Bugo, Skatalites, Daniele Silvestri, Verdena, Tre Allegri Ragazzi Morti, Vallanzaska, Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Russell Leetch, Is Tropical, Populous, Giuda, Fast Animals and Slow Kids, Mannarino, Avion Travel, Negrita, Calibro 35, Brunori Sas, Amor Fou, Lombroso, Dellera and many other Italian and Apulian realities such as Crifiu, Mascarimirì, Mery Fiore, Sofia Brunetta, La Gente, Una.

 [:]