LA RESIDENZA ARTISTICA FEELM AL CASTELLO VOLANTE DI CORIGLIANO D’OTRANTO (LE)

441

Il cinema primitivo incontra la musica contemporanea: la quindicesima edizione del SEI Festival prosegue con “FeelM” (FeelMusic – From primitives to the future). Dopo l’esperienza di “ReSound” nel 2019, dal 26 al 31 luglio al Castello Volante di Corigliano D’Otranto il festival di Coolclub, presenta una nuova residenza artistica, ideata in collaborazione con la sede leccese del Centro Sperimentale di Cinematografia e il DAMS dell’Università del Salento, con la direzione artistica di Underspreche.

Da oggi, lunedì 26 luglio, il duo composto da Marika Della Torre e Simone Campanile lavorerà con il musicista e producer Populous, la batterista Valentina Magaletti, il musicista, dj e compositore  Donato Epiro, i producer Marco Erroi e Kakofonico, il cantante Stefano Luigi Mangia, i dj Max Nocco e Francesco Farfa, la cantante, percussionista e autrice Rachele Andrioli per preparare due performance collettive e inedite che saranno messe in scena venerdì 30 e sabato 31 luglio alle 22 (info e biglietti bit.ly/FeelM) nel Fossato del Castello Volante. FeelM proporrà, infatti, la sonorizzazione dal vivo, per la prima volta in Italia, di una selezione di brevi pellicole di Thomas Alva Edison e dei fratelli Lumière che, tra la fine dell’800 e l’inizio del 900, hanno dato vita alla settima arte.

«FeelM sarà un viaggio creativo che avremo il piacere di condividere con artisti unici provenienti da mondi musicali differenti apparentemente distanti tra loro ma che rappresentano anche la nostra visione di “club” moderna possibile presente e futura», sottolineano i direttori artistici Underspreche. «Voci popolari, sintetizzatori acidi, percussioni jazz e incursioni elettroniche faranno da colonna sonora a due repertori fondamentali del cinema delle origini, Edison e Lumiere dove tutto è nato attraverso infinite possibilità di sperimentazione. Creare nuove combinazioni e uscire dalla propria comfort zone è uno degli obiettivi questa settimana di residenza al termine della quale avremo il piacere di presentare al pubblico le personali suggestioni di ogni artista composte con musiche inedite e le performance d’insieme create nel Castello Volante».

Il programma delle due serate finali sarà aperto alle 20 dai due talk “Il suono del cinema senza suoni” con il musicologo, compositore e autore di colonne sonore Riccardo Giagni Luca Bandirali (venerdì 30) e con il musicista messicano esperto in sonorizzazioni del cinema muto José Maria Serralde Ruiz e  Paolo Tosini (sabato 31) e con le performance degli studenti del Dams che sonorizzeranno dal vivo undici brevi film di Èmile Cohl, considerato il padre del cinema di animazione.

«Approcci diversi e sfacciata concorrenza furono il fulcro della nascita di un’arte, di cui a volte è facile dimenticare la genesi», precisa Paolo Tosini, docente dell’Università del Salento e coordinatore didattico del corso di Conservazione e Management del Patrimonio Audiovisivo del Centro Sperimentale di Cinematografia. «Edison inizia prestissimo, intuendo subito le possibilità del cinema, con un approccio tecnico ma anche orientato agli affari. Non sono da meno i Fratelli Lumiere, imprenditori con una visione scientifica, che creano un impero in poco tempo e – mantenendone il controllo – “seminano” operatori e filiali in tutto il mondo. Ed infine Èmile Cohl, un autore completo che crea in forme e tecniche ancora oggi d’avanguardia pura».

Durante la residenza, infine, i protagonisti di Feelm saranno coinvolti in alcuni eventi “itineranti”: l’inaugurazione delle mostre del festival di fotografia e arte contemporanea InTrance Galatina (27 luglio) e GiroFeelm nella Cantine Garofano Copertino (28 luglio).

Il SEI festival è realizzato con il sostegno del Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Ministero della Cultura, della Regione Puglia, il patrocinio dei Comuni di Corigliano d’Otranto e Melpignano, inserito, per alcuni live, nella Programmazione Puglia Sounds Live e Circuito dei luoghi 2020/2021 della Regione Puglia (FSC 2014/2020 Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro) e il supporto di Red Bull e Vini Garofano e di altri partner pubblici e privati. Mediapartner: Radio Popolare, Alpaca Music, Le Rane, The Soundcheck, Cromosomi, IndieClub, Puglia Music, Radio WAU, RKO. Prevendite attraverso il circuito Dice.tv – bit.ly/SEIFestivalInfo www.seifestival.it

PROGRAMMA


    VENERDÌ 30 LUGLIO alle 20 (ingresso gratuito fino a esaurimento posti) la prima serata partirà sulle terrazze del Castello Volante con il talk “Il suono del cinema senza suoni” con il musicologo, compositore e autore di colonne sonore Riccardo Giagni e l’esperto di cinema e ricercatore Luca Bandirali, autore e conduttore di “Hollywood Party” (Rai Radio 3) e con la sonorizzazione di sei brevi film di Èmile Cohl a cura di Random Chickens Giacomo Scardia, studenti del Dams dell’Università del Salento. Animatore, regista e sceneggiatore francese, Cohl è considerato il padre del cinema di animazione. Nella sua carriera realizza all’incirca trecento film, molti dei quali sono considerati perduti. Fonde varie ed innovative tecniche cinematografiche, dalla trasformazioni di semplici linee su sfondo nero, alla tecnica del “passo ad uno” (fotogramma per fotogramma), passando per la cut out animation e la metamorfosi di riprese dal vero con disegno. La performance si aprirà con “Fantasmagorie“, primo cartone animato della storia realizzato dall’artista nel 1908 e proseguirà con “Le cauchemar du fantoche” e “Un drame chez les fantoches” (1908), “Soyons donc sportifs”, “Japon de fantaisie” (1909) e “En route” (1910).
    Dalle 22 (ingresso 15 euro – prevendite nel circuito Dice.fm >  bit.ly/FeelMDay1 – Abbonamento 23 euro > bit.ly/FeelM) il fossato ospiterà, infine, la prima parte dello spettacolo inedito frutto della residenza di FeelM dedicato a Thomas Alva Edison con UndersprecheMarco Erroi, Max NoccoFrancesco FarfaDonato Epiro e Stefano Luigi Mangia. Conosciuto come uno dei più grandi inventori della storia moderna, tra le sue più importanti intuizioni si ricordano la lampada a incandescenza, i sistemi di registrazione e riproduzione del suono come il fonografo e la distribuzione dell’energia elettrica su vasta scala, Edison contribuì però anche in modo significativo alla storia del cinema. Iniziò ad interessarsi seriamente al medium cinematografico intorno al 1888, e assieme al suo stretto collaboratore W.K.L. Dickson, avviò varie sperimentazioni in particolare con Kinetografo e Kinetoscopio fino ad arrivare al proiettore Vitascope. I film in scaletta, a partire dai brevissimi Monkeyshines (1 e 2) del 1889/90, permettono di esplorare questa prima fase del cinema, segnata da sperimentazioni e costanti evoluzioni, mostrando così il forte legame tra lo sviluppo tecnico e la maturazione del linguaggio cinematografico e del pubblico.

    SABATO 31 LUGLIO anche la seconda serata prenderà il via alle 20 (ingresso gratuito fino a esaurimento posti) sulle terrazze del Castello con il talk “Il suono del cinema senza suoni” con il musicista messicano esperto in sonorizzazioni del cinema muto José Maria Serralde Ruiz e Paolo Tosini, docente di Storia del cinema all’Università del Salento e coordinatore didattico del corso di Conservazione e Management del Patrimonio Audiovisivo del Centro Sperimentale di Cinematografia. A seguire un gruppo di studenti del Dams con il progetto Periodo Blu proporrà la sonorizzazione di altri cinque film di Èmile Cohl. In scaletta “Le songe du garcon de cafe” (1910), “Affaires de coeur” (1909), “Le freres boutdebois” (1908), “Reves enfantins” (1910) e “Les metamorphoses comiques” (1912), film che ci porta nel cinema a colori, dove oggetti reali si trasformano in animazioni surrealiste. Il blu della pellicola è stato realizzato con la tecnica dell’imbibizione che consiste nell’immergere la stampa positiva in una varietà di bagni di colore, scena per scena. 
    Dalle 22 (ingresso 15 euro – Prevendite nel circuito Dice.fm -> bit.ly/FeelMDay2 – Abbonamento 23 euro > bit.ly/FeelM) si torna nel Fossato del Castello con la seconda performance nata dal lavoro in residenza. KakofonicoPopulousValentina MagalettiUndersprecheStefano Luigi MangiaRachele Andrioli con la partecipazione di Coro a Coro proporranno la sonorizzazione di oltre 100 brevi film (duranta media sotto il minuto) di Louis e Auguste Lumière. Sebbene le ricerche e le sperimentazioni sulla realizzazione delle immagini in movimento fossero già avviate sin dall’inizio dell’ultimo decennio dell’Ottocento, i fratelli Lumière, fisici e fotografi specializzati nel processo fotochimico della pellicola, trovarono la formula chiave che decretò la fortuna della loro invenzione e l’inizio del mezzo che definirà la modernità nel XX secolo. Dopo il sensazionale successo della proiezione pubblica del 28 dicembre 1895 al Salon Indien del Grand Café a Parigi, si intuì subito l’affascinante capacità del nuovo mezzo di attrarre un gran numero di persone alla visione di fotografie in movimento. Fin dall’esordio parigino la successione dei loro film si presentava come un programma strutturato e coerente, le cui immagini erano organizzate in una sequenza fluida e tematicamente differenziata. Oggi la sopravvivenza e la conoscenza di questo inventario risulta determinante per la storiografia cinematografica non solo perchè è il primo catalogo a essere realizzato a fini imprenditoriali per la vendita dei film al dettaglio, introducendo quindi il carattere commerciale della pellicola, ma, grazie al variegato ventaglio di soggetti ritratti, si pone come documento di spaccati di vita mondiale degli inizi del Novecento.
    La serata si concluderà dopo la mezzanotte (ingresso gratuito) sulla terrazza grande di “Nuvole – Cibi, storie, culture“, Officina del gusto e degli spiriti del Castello Volante, con le selezione musicali di Simone Gatto. Il compositore e musicoterapeuta salentino recentemente ha pubblicato il suo quarto lavoro discografico “Mindful Life“, un concept album focalizzato interamente sul rapporto che esiste tra musica elettronica e consapevolezza emotiva e corporea, prodotto da Pregnant Void e distribuito da Digdis.

IL FESTIVAL

Con il claim #wecanbeheroes, fino al 27 agosto la quindicesima edizione del SEI Festival, ideato, prodotto e promosso da Coolclub, con la direzione artistica di Cesare Liaci, proporrà un fitto programma di concerti, presentazioni, incontri, residenze artistiche e altri momenti di confronto. Al Castello Volante si alterneranno i concerti di C’mon Tigre (29 luglio), Roberto Angelini (5 agosto), Paolo Benvegnù (6 agosto), Manu Funk e Nervi (8 agosto), Bombino e Adriano Viterbini (12 agosto), Inude e Post Nebbia (13 agosto), Oscar Giammarinaro (17 agosto), Sofia Brunetta e Tuma (20 agosto), Tutti Fenomeni e La Malasorte (21 agosto), Yorker e L’Edera (22 agosto), Colombre e Vipera (26 agosto), Cristina Donà e Emma Nolde (27 agosto). In Piazza San Giorgio a Melpignano approderanno invece Vinicio Capossela, con una tappa della sua Bestiale Comedìa (3 agosto), il cantautore Francesco Bianconi, leader dei Baustelle (14 agosto), la cantautrice Ariete e il giovane artista “(un)cool” Vipra (15 agosto). Il festival accoaglierà anche presentazioni di libri (tra gli ospiti Doriana Tozzi, Giulia Cavaliere, Cristò, Mattia Zecca), laboratori per bambini con Fermenti Lattici, in collaborazione con Storie cucite a mano, progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, attività per ragazzi e ragazze a cura di SwapMuseum, una sezione dedicata al cinema musicale in collaborazione con Seeyousound festival, la piantumazione di alberi in collaborazione con EcoFesta Puglia e il comune di Melpignano.

Info
3331803375 – www.seifestival.it
#seifestival #wecanbeheroes
Facebook – Instagram @SeiFestival