LA MISCELA ESPLOSIVA DEL PROGETTO “I HATE MY VILLAGE”

55

Domenica 31 marzo al Castello Volante di Corigliano d’Otranto con il live della band I hate my village prosegue Waiting for Sei. Durante il corso dell’inverno e della primavera la rassegna accompagnerà il pubblico in attesa del Sud Est Indipendente, festival firmato da CoolClub con la direzione artistica di Cesare Liaci, sostenuto dalla Regione Puglia (Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia), dal Fus – Fondo Unico per lo spettacolo del Mibac e da altri partner pubblici e privati.

La nuova band formata da Fabio Rondanini alla batteria (Calibro 35, Afterhours) e Adriano Viterbini alla chitarra (Bud Spencer Blues Explosion e molti altri), che vede la partecipazione di Alberto Ferrari (Verdena), propone brani nei quali melodie e ritmi dalla Madre Africa si fondono con timbriche occidentali, ottenendo una miscela di straordinario effetto. Il suono che deriva da questo magico incontro è coraggioso ed innovativo. In cabina di regia Marco Fasolo (Jennifer Gentle) lo restituisce in maniera emozionante, dimostrandosi ancora una volta uno dei produttori più visionari e abili, tanto nel riprendere l’energia dei musicisti in gioco, quanto nel raccontare tutti i variopinti paesaggi sonori della loro scrittura.

Inizio ore 21. Ingresso 10 euro + dp.
Prevendite Vivaticket.
Info 3331803375 – info@seifestival.it